Charlotte Flair
Credits: WWE

Primo caso di Coronavirus anche nel mondo della WWE, uno dei pochi che in questi giorni di pandemia ha continuato ad andare avanti anche se a porte chiuse. Tutto fermo, tranne la WWE, anche adesso che è stato riscontrato il primo caso sembra che non ci si voglia fermare e si andrà avanti verso il prossimo evento datato 10 maggio al Performance Center di Orlando. Non si tratta di un lottatore ma di una persona dell’organizzazione, ecco quanto comunicato dalla WWE:

Un dipendente della WWE è risultato positivo al COVID-19. Riteniamo che la questione comporti un basso rischio per i talenti e il personale della WWE, poiché l’individuo e un compagno di stanza sono diventati sintomatici nei giorni successivi all’esposizione a due persone, che lavoravano nel settore dell’assistenza sanitaria, risalente alla sera del 26 marzo, dopo la conclusione della produzione televisiva in un set chiuso. Il dipendente non ha avuto contatti con nessuno della WWE da quando è stato esposto a quei due individui, sta meglio ed è completamente guarito”.