Wrestling e musica, storia di un binomio indissolubile: la top-10 delle canzoni d’ingresso delle star

L'associazione fra il wrestling e la musica è una costante per tutto l’anno di programmazione di eventi targati WWE e si nota in ogni show

La musica e il wrestling WWE, un binomio indissolubile. Da decenni ogni Superstar viene riconosciuta per la ‘theme song’, la canzone che accompagna l’ingresso sul ring degli atleti. Spesso a WrestleMania, lo show più importante dell’anno per la WWE, ci sono state memorabili esibizioni live di artisti che hanno legato la loro voce alle WWE Superstar. Ma l’associazione fra il wrestling e la musica è una costante per tutto l’anno di programmazione di eventi targati WWE e si nota in ogni show, che sia Raw, SmackDown o NXT.

Lo scorso anno, a WrestleMania 35, è stato il turno di Joan Jett, che ha accompagnato dal vivo l’ingresso sul ring dell’ex campionessa UFC e ex Raw Women’s Champion Ronda Rousey: il suo ‘Bad Reputation‘ è fra i brani più famosi associati alla WWE. Una canzone datata 1980 che ha scritto la storia della musica, negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

“Voices” è da ormai 12 anni la musica che precede l’arrivo sul ring di Randy Orton, 13 volte WWE Champion. I Rev Theory ne hanno accompagnato l’ingresso sul ring prima del Main Event di WrestleMania 30, nel 2014. Voices è un brano che si sposa perfettamente con il personaggio di “The Viper”. I Rev Theory sono “apparsi” più volte anche nei pay-per-view della WWE, con i loro brani che spesso hanno avuto il ruolo di theme song degli eventi.

Se si pensa a Triple H, leggenda WWE e 14 volte campione del mondo, non si può fare a meno di menzionare i Motorhead, che hanno accompagnato la sua carriera con i brani “King of Kings” e “The Game”, che sono diventati anche i soprannomi di HHH. Più volte a WrestleMania lo storico gruppo rock ha messo la firma sugli ingressi verso il quadrato di Triple H. “The Game” è stato accompagnato verso il ring anche da “Line in the Sand”, altra canzone dei Motorhead utilizzata all’inizio degli anni 2000. Brani che si adattano perfettamente al personaggio carismatico di Triple H, definito il “Cerebral Assassin” della WWE.

Raramente, forse mai, si è vista una performance corale fra artista e pubblico: è successo al Superdome di New Orleans, in occasione di WrestleMania 34, quando Nita Strauss suonò “The Rising Sun”, la theme song del giapponese Shinsuke Nakamura, prima del suo match contro AJ Styles. 80mila persone hanno iniziato a cantare per “The Artist”.

Tra gli ingressi più celebri non può mancare quello di “The Boss” Sasha Banks. A WrestleMania 33 venne accompagnata direttamente dal cugino Snoop Dogg per la sua “Sky is the limit”. Il beat rap della leggenda del genere attualizzato e modificato per l’occasione in onore della cugina è rimasto nella storia.

Ecco la top 10 pubblicata sul canale ufficiale YouTube della WWE: