• Chris Garrison
    Chris Garrison
  • Chris Garrison
    Chris Garrison
  • Chris Garrison
    Chris Garrison
  • Chris Garrison
    Chris Garrison
  • Chris Garrison
    Chris Garrison
  • Chris Garrison
    Chris Garrison
/

Il wrestling non si è fermato neanche di fronte al Coronavirus che sta mettendo paura a tutti gli Stati Uniti. WrestleMania 36 però si è svolto in uno scenario davvero anomalo per le abitudini dei protagonisti, solitamente attorniati da migliaia di tifosi festanti che in questa occasione sono stati costretti a seguire l’evento dal divano di casa. L’evento, che andrà in scena in due ‘spezzoni’, ha avuto inizio questa notte e vedrà il secondo atto disputarsi tra domenica e lunedì.

Ogni WrestleMania è unica, diversa l’una dall’altra, questa lo sarà ancora di più. Non ci saranno 80mila persone allo stadio come sempre, non ci sarà pubblico. Abbiamo deciso di andare comunque in onda in forma diversa per mandare un messaggio di speranza, determinazione e perseveranza per voi e le vostre famiglie. Prendetelo come un nostro modo per ringraziarvi”. Questa è stata la premessa di Stephanie McMahon, vicepresidente esecutiva della WWE.

Chris Garrison

Nel main event della serata si sono affrontati The Undertaker e AJ Styles, in uno scenario non usuale per l’evento dato che i due si sono sfidati in un Boneyard Match, con l’incontro che si è svolto fuori dal palazzetto. Lo scenario è stato un cimitero e The Undertaker ha avuto modo di mettere in mostra tutto il suo strapotere. Presentatosi in versione biker “American Badass” ha fatto fuori l’avversario e tutto il suo circondario di fidi pretoriani. Altro match degno di nota è stato quello tra Seth Rollins e Kevin Owens, probabilmente l’incontro più interessante della serata, chiuso con la vittoria di Owens giunta grazie ad una spettacolare Stunner al termine di un volo da urlo.

Il Raw Women’s Title resta saldamente nelle mani di Becky Lynch dopo un anno ancora al comando, vittoria nella notte contro Shayna Baszler, capace però di tenerle testa sino all’ultimo. Negli altri incontri Sami Zayn rimane il campione Intercontinentale, battendo Daniel Bryan, ancora detentori delle cinture di coppia di SmackDown The Miz e John Morrison, per merito della vittoria di quest’ultimo nel Triple Threat Ladder Match con Jimmy Uso e Kofi Kingston. Il Women’s Tag Team Championship finisce invece nelle salde mani di Alexa Bliss e Nikki Cross, vittoriose contro Asuka e Kairi Sane. Infine Elias supera King Corbin, Cesaro batte Drew Gulak grazie ad una Airplane Spin, Braun Strowman batte Goldberg e diventa nuovo Universal Champion.

Stanotte si va avanti, con la seconda parte dell’evento, a partire dall’1 sul WWE Network e in pay-per-view su Sky Primafila, che vedrà tra i protagonisti John Cena e Bray Wyatt in un Firefly Fun House Match.