Olimpiadi Tokyo 2020, il premier Abe conferma: “saranno cancellati se il Coronavirus non sarà sconfitto”

Il premier Abe ha ammesso la possibilità che i Giochi Olimpici di Tokyo vengano cancellati, come anticipato ieri da Yoshiro Mori

Ieri le prime perplessità sono arrivate da Yoshiro Mori, capo del comitato organizzatore dei Giochi di Tokyo 2020, oggi sulla stessa lunghezza d’onda si è ritrovato anche il premier giapponese Shinzo Abe, che ha parlato di cancellazione delle Olimpiadi se il Coronavirus non verrà sconfitto.

Coronavirus Tokyo 2020
Tomohiro Ohsumi/Getty Images

Queste le sue parole sulla possibilità di organizzare i Giochi nel 2021: “dobbiamo considerare i Giochi come la testimonianza della vittoria dell’umanità sul coronavirus. Ma se non ci dovessimo trovare in una situazione del genere, sarà difficile tenerli. Abbiamo detto che ci saranno se gli spettatori potranno partecipare in modo sicuro e non credo sarebbe possibile se la pandemia non sarà ormai contenuta“.

Bach
Matthias Hangst/Getty Images

Il presidente del CIO ha espresso il suo punto di vista sulla questione in una lettera inviata ai comitati olimpici nazionali: “continuiamo a lavorare, e dialoghiamo fruttuosamente con gli atleti e i comitati olimpici nazionali. Basandoci sulle indicazioni dell’Oms, ci regoliamo per eventuali adattamenti dell’organizzazione e degli afflussi delle masse in momenti come questo. Ma abbiamo un’opportunità unica, fare in modo che Tokyo 2020 sia il festival del genere umano, il simbolo della resilienza e del superamento del coronavirus. Immaginate che potente segnale di speranza per il mondo sarebbe questa Olimpiade: la fiamma olimpica può essere la luce in fondo all’oscurità di questo tunnel in cui si trova ora l’umanità“.