NBA, Silver pone dubbi sulla ripresa del campionato: improvvisa e brusca frenata

Il Commissioner dell'NBA Adam Silver è tornato a parlare delle ipotesi di ripresa della stagione con un tono però un po' diverso rispetto alle precedenti uscite

Il Commissioner dell’NBA Adam Silver è sempre stato ottimista in merito al proseguo della stagione sportiva 2020. Il basket americano vuole ripartire dopo il coronavirus, ma Silver dopo giorni di annunci possibilisti ha frenato un po’ in merito alla ripresa delle operazioni:

La nostra intenzione rimane quella di riprendere il campionato ma basandoci sui dati ottenuti da varie fonti governative e medico-sanitarie al momento non siamo in posizione di poter prendere alcuna decisione, e non è chiaro neppure quando potremo farlo. Chi lotta e combatte ogni giorno in prima linea merita la nostra attenzione prima che si possa ricominciare a parlare di NBA”. Queste le sue parole riportate da Skysport. “Al momento però non siamo neanche al punto in cui possiamo dire che se succede A, B e poi C allora si torna a giocare: c’è ancora troppa incertezza, e voglio ribadire che per noi al primo posto rimane la sicurezza e il benessere dei giocatori NBA e di tutte le persone coinvolte. Quando alcune settimane fa avevo detto che non saremmo stati con ogni probabilità in grado di prendere alcuna decisione prima di maggio, non intendevo dire che con il 1 del mese questa decisione sarebbe arrivata. Attorno al virus c’è ancora un’enorme incertezza: le cose stanno cambiando molto velocemente, non è detto che tra qualche settimana saremo in una posizione diversa da quella attuale. È frustrante, lo so, lo è per me e per tutti quelli che sono coinvolti nel nostro business, a loro volta frustrati dal fatto che io non possa dar loro una risposta”.