Ibrahimovic
Gabriele Maltinti/Getty Images

Zlatan Ibrahimovic è un animale da competizione. Il bomber svedese non conosce il vocabolo sconfitta e, quando scende in campo, cerca sempre di trascinare la sua squadra alla vittoria spendendo ogni energia che ha in corpo, tanto in partita quanto in allenamento.

Lo ha confermato Luke Shaw, suo ex compagno ai tempi del Manchester United, che al termine di una live su Twitch ha raccontato alcuni aspetti della personalità di Ibrahimovic: “era un pazzo, ma era esattamente quello di cui avevamo bisogno nello spogliatoio. È incredibile, aveva ancora un gran talento nonostante fosse già oltre la trentina, era ancora il fantastico giocatore che è sempre stato. Dentro lo spogliatoio era grandioso. Scherzava sempre, ma quando era il momento di fare sul serio lo capivi subito. Penso che sia un vincente nato. Anche in allenamento, se eri nella sua squadra e non si vinceva avrebbe voluto ucciderti. Penso che durante la sua esperienza qui abbia tirato fuori il meglio da tutti, anche in allenamento. Credo che tutti lo abbiano amato ed è stato frustrante il fatto che si sia infortunato al crociato“.