Scontri a Torino, 40 denunciati per aver violato le misure anti-Coronavirus. Appendino: “ignoranza vanifica sforzi collettivi”

Scontri a Torino, 40 persone denunciate per aver violato le norme anti-Coronavirus e 6 arresti. La sindaca Appendino condanna gravemente un gesto che rischia di vanificare gli sforzi di chi resta a casa

Nel pomeriggio di oggi sono avvenuti alcuni scontri nella periferia nord di Torino che hanno portato alla denuncia di 40 persone per aver violato le norme anti-Coronavirus. Al termine dell’intervento della Polizia, sono state arrestate 6 persone (2 per rapina e 4 per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale) e indagate altre 3 per resistenza e violenza, mentre 7 agenti sono rimasti feriti nei tafferugli.

Chiara Appendino, sindaca di Torino, ha dichiarato: “quelli di oggi sono gesti non etichettabili solo come palese ignoranza, ma come ferma volontà di vanificare gli sforzi collettivi e di mettere a rischio la salute di tutti. Nel peggiore dei momenti possibili. Mentre da settimane milioni di cittadini stanno facendo sacrifici enormi per tutta la comunità“.