Scandalo ad Haiti: il presidente della federazione calcistica accusato di abusi sessuali nei confronti delle calciatrici

Scandalo all'interno della federazione calcistica di Haiti: il presidente, Yves Jean-Bart detto 'Dadou', accusato di aver abusato sessualmente di alcune calciatrici

Il Guardian ha portato alla luce una clamorosa notizia che ha sconvolto la federazione calcistica di Haiti. Il presidente Yves Jean-Bart, detto ‘Dadou‘, è stato accusato di abusi sessuali nei confronti di giovani calciatrici. Le violenze si sarebbero consumate negli ultimi 5 anni presso il centro sportivo Centre Technique National di Croix-des-Bouquets, con la complicità di un’altra persona che si occupava di fare pressione sulle ragazze. Secondo il giornale britannico una ragazza di 17 anni è stata anche costretta ad abortire. Alcune fonti spiegano che le giocatrici hanno paura di denunciare i fatti per le possibili ripercussioni sulla propria vita e su quella dei propri familiari.

Jean-Bart si è difeso dichiarando la sua innocenza: “non ci sono mai stati reclami contro la federazione, né contro il personale impegnato nella nostra accademia, né contro la mia persona. Queste accuse di abuso sessuale sono impossibili nel nostro centro di accoglienza, considerando i principi dell’educazione che abbiamo sempre portato avanti. È chiaramente una manovra per destabilizzare me e la nostra federazione”.