Pippo Inzaghi e il ricordo della marcatura di Neqrouz: “botte sui testicoli e dito nel sedere, esperienza shock”

Pippo Inzaghi racconta un particolare aneddoto riguardante la marcatura di Neqrouz in un Bari-Juventus: i medoti del difensore avversario erano poco ortodossi e molto dolorosi!

Ai tempi della quarantena, le dirette social fra i calciatori sono diventate ormai un must. Quando in live ci sono Bobo Vieri e Pippo Inzaghi lo spettacolo è assicurato. Un altro ex bomber, Nicola Ventola, chiede a Vieri di far raccontare ad Inzaghi di un particolare episodio accaduto in un Bari-Juvenus, riguardante la marcatura di Neqrouz. ‘Superpippo’ racconta, con un sorriso beffardo, un aneddoto davvero singolare: “il dito nel sedere di Neqrouz fu un’esperienza devastante. Era una delle prime partite e mi dissero che lui lo aveva già fatto con altri ma io non me lo aspettavo. Inizia la partita, mi viene vicino, tocco il primo pallone e lui mi dà una botta sui coglioni da sotto. Mi giro e gli dico: ‘ma stai a scherzà? Ma che stai facendo?’. A fine primo tempo chiesi a Lippi di sostituirmi altrimenti gli avrei dato una gomitata. Mi aveva reso nervoso non riuscivo. Poi al ritorno però avevo caricato Montero… su un angolo sento bada bum! E Neqrouz finisce per terra“.