spadafora
Claudio Villa - foto Getty

Un piano straordinario per lo sport e per far ripartire le attività da maggio. Questo l’obiettivo del ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, che ne ha parlato in un video postato su facebook, annunciando di pensare a “un piano straordinario per le iniziative che devono partire da maggio, cioè da quando speriamo di poter essere fuori dall’emergenza coronavirus per pensare al futuro. Ma per poter ripartire da maggio, bisogna che a quella data tutte le realtà sportive possano arrivare con le risorse necessarie”.

Il ministro dello sport ha anche annunciato incontri in videoconferenza con i presidenti delle principali federazioni sportive (“intendendo per grandi quelle per numeri economici, di tesserati e di associazioni ed enti affiliati“) per questo piano straordinario. Ha cominciato con federcalcio e federpallavolo, venerdì sono previste federbasket, federtennis e poi ciclismo, nuoto e atletica. Al termine degli incontri, si sottolinea dal ministero, sarà possibile definire sia un programma di aiuti economici per le società e i lavoratori, sia un piano straordinario di rilancio da attuare non appena sarà possibile riprendere il normale corso delle attività sportive e motorie.