malagò
Robert Hradil/Getty Images

Il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo 2020, posticipate di un anno a causa dell’emergenza Coronavirus, ha messo in crisi più di qualche atleta che aveva fissato i Giochi Olimpici come termine ultimo della propria carriera. Anche in casa Italia c’è stato qualcuno che ha storto il naso all’idea di dover gareggiare (nel caso in cui fosse la possibilità) per un anno intero al fine di farsi trovare pronto.

Intervistato da DAZN, Giovanni Malagò ha però rassicurato sulla presenza degli atleti azzurri a Tokyo 2021. Ci saranno tutti: “le reazioni sono state diverse: dalla Pellegrini che diceva ‘No, non ce la faccio. Mollo, non riesco’, passando per chi diceva ‘l’ideale sarebbe farle in primavera, quando non c’è umidità, non c’è caldo‘, fino a chi ha detto ‘beh, a questo punto rispettiamo il programma anno per anno’. Ho sentito un po’ di tutto’. Noi sappiamo di avere già 208 atleti qualificati. Ci sono tre o quattro atleti che, indubbiamente, per età, per acciacchi fisici, per una serie di problemi, anche di vita famigliare, faranno probabilmente uno sforzo supplementare. Ma io credo che alla fine a Tokyo ci saremo tutti, e saremo a bordo. Anche chi magari è più avanti con gli anni, quelli che pensavano che tra pochi mesi avrebbero concluso la loro meravigliosa carriera. Sarà per loro uno stimolo ulteriore per fare bene a Tokyo 2021“.