NBA – Westbrook e il racconto su Michael Jordan: “ecco perché da bambino rifiutai il suo autografo”

Russell Westbrook rivela un particolare aneddoto sulla sua infanzia: RW0 da bambino rifiutó l'autografo di Michael Jordan

Dopo l’uscita di ‘The Last Dance’, documentario che racconta le gesta di Michael Jordan in maglia Chicago Bulls, in molti hanno voluto raccontare un aneddoto che li lega alla figura di ‘Sua Altezza’. Russell Westbrook, intervistato da Jimmy Fellon ha svelato un aneddoto particolare, raccontando di aver rifiutato un autografo di Michael Jordan da bambino: “avevo 10, 11 anni e i miei genitori mi avevano iscritto al camp che Michael Jordan organizzava ogni estate a Santa Barbara, in California. Di solito alla fine del camp ogni partecipante aveva la possibilità di fare una foto con MJ e di portare un oggetto da fargli autografare. Bastava solo che ti mettessi in fila e lui lo firmava. I miei genitori mi diedero un pallone, ma quando arrivò il momento dell’autografo io ero nel bel mezzo di una partitella con altri ragazzi. Il mio allenatore venne a ricordarmi di muovermi a mettermi in fila, altrimenti avrei perso l’opportunità della foto e della firma di MJ, ma la mia risposta fu: ‘OK, non preoccuparti, sono a posto, non ho bisogno dell’autografo’. Per cui niente foto e niente autografo per me, perché non mi misi in fila ma continuai a giocare, giocare e giocare. Quando tornai a casa dal camp i miei volevano vedere il pallone autografato da Jordan, ma io risposi che non ce l’avevo, stavo giocando una partitella…”.