Draft NBA 2020

Il Coronavirus cambia le dinamiche del Draft 2020. Dopo aver fermato i protagonisti attuali della NBA, il Covid-19 complica l’entrata nella lega dei giovani prospetti. Il processo di selezione delle nuove stelle che si affacciano al mondo dorato dell’NBA è infatti complicato dalle restrizioni dovute all’epidemia. Stando a quanto riporta ESPN, alle franchigie è stato vietato ogni workout, dialogo faccia a faccia e organizzazione di qualsiasi incontro con i giocatori. Non è ancora stato chiarito il modo in cui le squadre potranno ottenere i dettagli fisici e atletici dei giocatori. Proibita anche la richiesta di ottenere video di workout recenti compiuti dai giocatori, restano a disposizione quelli riguardanti le partite fino all’11 marzo. Le franchigie dovranno quindi basarsi sul lavoro dei rispetivi scout e potranno solo sostenere colloqui individuali in videoconferenza per un totale di 4 ore con un singolo giocatore.