Maio Meregalli
Foto Getty / Mirco Lazzari gp

La complicata situazione in cui versa la MotoGp a causa del Coronavirus potrebbe avere degli effetti anche nel 2021, dilatando nel tempo alcuni contratti già firmati.

Quartararo
Mirco Lazzari gp/Getty Images

E’ l’opzione paventata da Razlan Razali, team principal della Yamaha Petronas, che ha sottolineato negli scorsi giorni come gli accordi già presi per il 2021 potrebbero essere posticipati. E’ il caso di Fabio Quartararo che, a questo punto, potrebbe anche rimanere al suo posto e rimandare il suo sbarco nel team ufficiale nel 2022, con Rossi ancora in sella alla sua M1 ancora per un’altra stagione.

Rossi
Robert Cianflone/Getty Images

Un’ipotesi cancellata da Maio Meregalli, intervenuto per fare chiarezza: “ho letto anche io le sue parole. Non voglio dire che sia un’idea priva di senso, ma se la stagione 2020 va finire così, la 2021 partirà come è stato scritta che debba partire. Non ci sono dubbi che avremo Viñales e Quartararo l’anno prossimo, mentre Valentino Rossi potrebbe accordarsi con il Team Petronas, è un’opzione fattibile anche se non credo ne abbiano già parlato. Penso e spero che si inizi a correre il prima possibile, in modo che anche Vale abbia tempo di decidere. Se deve decidere in base a quella che è la sua passione, mi viene da dire che ci riproverà sicuramente anche il prossimo anno. È una decisione che spetta a lui, ma che sicuramente non sarà facile”.