MotoGp, il manager di Dovizioso avverte la Ducati: “sono loro che hanno bisogno di noi. Dall’Igna? Ci sono state tensioni”

Il manager del pilota italiano ha parlato di futuro e dell'eventuale trattativa con la Ducati, che non comincerà prima di fine maggio

Il futuro di Andrea Dovizioso non è così scontato che sia legato alla Ducati, il pilota forlivese non ha nascosto la voglia di continuare a correre, ma potrebbe anche fare le valigie e sposare un altro progetto.

dovizioso
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Lo ha lasciato intendere Simone Battistella, il manager del vice-campione del mondo, intervenuto ai microfoni di AS: “la Ducati ha bisogno di Dovizioso più di quanto Dovizioso abbia bisogno della Ducati. E non è solo la necessità di un pilota, è la necessità di un progetto tecnico. Andrea vuole continuare a correre, ma al momento non sta facendo nulla perché vuole vedere come si sviluppano i diversi progetti. Non inizierà alcuna trattativa fino a metà maggio o alla fine del mese. Non gli dà fastidio che la Ducati abbia cercato di reclutare piloti come Viñales o Quartararo, e che stiano sempre a guardare quello che fa Márquez, così come non gli dava fastidio all’epoca se firmavano Lorenzo o altri. Capisce che il suo costruttore deve essere alla ricerca di giovani di talento“.

mugello
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Il manager del Dovi infine ha rivelato: “la cosa più importante per Andrea quando prende una decisione è il progetto e le persone coinvolte. È vero che ci sono state tensioni tra Andrea e Gigi, ma è una tensione professionale che ha contribuito a rafforzare il progetto. La priorità per entrambi non è imporre la propria volontà, ma vincere, entrambi vogliono farlo“.