Milan, i calciatori stranieri tornano in Italia: due settimane a casa e poi ripresa degli allenamenti

Il Milan richiama in Italia i calciatori stranieri in vista della possibile ripresa degli allenamenti: Ibrahimovic e compagni dovranno osservare due settimane di quarantena in casa per poi presentarsi a Milanello

Il calcio italiano potrebbe ripartire il prossimo 4 maggio. La scadenza fissata dall’ultimo Dpcm non è stata ancora cambiata e visto il miglioramento della situazione legata all’emergenza Coronavirus, le squadre di Serie A lavorano per farsi trovare pronte. Il Milan ha deciso di richiamare tutti i giocatori trasferitisi all’estero dopo lo stop del campionato, ben 12: Ibrahimovic, Begovic, Leao, Castillejo, Krunic, Rebic, Kessié, Calhanoglu, Bennacer, Kjaer, Paquetà e Theo Hernandez. Dopo due settimane passate in casa, il 4 maggio dovranno presentarsi a Milanello per iniziare gli allenamenti con il resto del gruppo.