Walker
Justin Setterfield/Getty Images

In questi giorni di quarantena, persone comune e atleti stanno ingannando il tempo allenandosi e giocando ai videogames, un passatempo molto comune tra i calciatori.

Walker
Catherine Ivill/Getty Images

Tra questi c’è anche Kyle Walker, esterno del Manchester City, che ha ammesso ai microfoni di ESPN di trascorrere troppo tempo giocando a Fortnite: ci sto giocando anche ora. Mi sta prendendo davvero molto tempo, probabilmente più di quanto dovrebbe. Però ne sto raccogliendo i benefici perché sto diventando quasi decente ora, ma devo pensare di smetterla. Lo ammetto, ok, probabilmente mi sta prendendo un po’ troppo tempo dopo che ho messo i bambini a letto“.

Guardiola
Catherine Ivill/Getty Images

Non mancano poi le video chiamate di gruppo con i compagni di squadra: “ovviamente Pep non è nella chat di gruppo, gli ho mandato un sms che diceva ‘spero che tu stia bene, e spero che la famiglia stia bene e che sia ricompensato vista la donazione che hai fatto per l’emergenza’. Questo dice molto su di lui come persona. Facciamo videochiamate di gruppo e a volte ci scateniamo in cose folli e battute di ogni tipo. Siamo fortunati ad avere interne e lo usiamo al meglio per sentirci. Per noi è importante ridere e stare ‘in compagnia’. Mantiene attivo il cervello“.