Golf, Sergio Garcia si scaglia contro la Pga: “non vogliamo giocare la Ryder Cup a porte chiuse”

Il golfista spagnolo ha sottolineato di essere contrario a far disputare la Ryder Cup a porte chiuse, nonostante sia un vantaggio per il proprio team

La Pga ha annunciato che la Ryder Cup potrebbe giocarsi a porte chiuse, ma nessuna decisione è stata al momento presa ufficialmente, in attesa che la pandemia di Coronavirus diminuisca la propria forza d’urto. Sulla questione è intervenuto Sergio Garcia, che ha espresso il proprio punto di vista: “per il Team Europa giocare la Ryder negli Usa a porte chiuse sarebbe certamente un vantaggio. Ma non è questo che vogliamo. Un evento del genere, senza tifosi, suonerebbe davvero strano. In questo momento le incognite sono troppe“. La Ryder Cup al momento resta in programma dal 25 al 27 settembre ad Haven, nel Wisconsin.