Formula 1 – Team a rischio insolvenza: Liberty Media anticipa fondi per evitarne il fallimento

Alcuni team di Formula 1 rischiano di fallire a causa della crisi dovuta al Coronavirus: Libery Media ha anticipato dei versamenti per evitare problemi di insolvenza

La crisi economica dovuta al Coronavirus ha colpito duramente anche il mondo della Formula 1. Diversi team rischiano il fallimento e Liberty Media ha ritenuto necessario un intervento in prima persona. Greg Maffei, direttore esecutivo della società proprietaria del campionato di Formula 1, ha spiegato in una conferenza stampa con gli analisti di Wall Street, che Liberty Media ha anticipato dei versamenti ad alcuni team per prevenire problemi di insolvenza nei confronti dei fornitori.

Maffei ha dichiarato : “se correremo senza pubblico è evidente che avremo un guadagno inferiore, o persino che non avremo nessun guadagno. Potremmo anche avere capitali sufficienti per sopravvivere per tutto il 2020 (senza gare, ndr), ma ci sono team che dovranno sostenere costi superiori alle loro capacità , soprattutto tra quelli che non hanno un minimo garantito dalla Formula 1. Ragion per cui abbiamo pensato di anticipare loro dei fondi. Ci sono casi in cui possiamo fare di più. E c’è anche altro che potremmo fare per traghettare le squadre al di là di questa crisi. Certo questi anticipi non devono essere pensati come a fondo perduto, però è vero che vogliamo assicurarci che i team siano solventi perché fanno parte del nostro ecosistema. Sono la garanzia del nostro successo anche negli anni a venire. C’è una grande incertezza abbiamo scenari da zero gare, fino a scenari da 15-18 gare. Cominciando senza spettatori, e poi si vedrà. Abbiamo davvero una serie di opportunità che al tempo stesso sono sfide su tutti i fronti. I tempi per decidere dipendono da molte cose: ci sono molte variabili lì. Probabilmente i piloti possono correre in qualsiasi momento se metti loro a disposizione una situazione sicura. Ma la logistica ha bisogno di pianificazione”.