Carey
Charles Coates/Getty Images

Il Mondiale 2020 di Formula 1 è stato pesantemente condizionato dal Coronavirus, che ha obbligato i vertici del circus ad annullare e rinviare le prime otto gare in calendario.

Carey
Quinn Rooney/Getty Images

Solo Australia e Monaco sono state definitivamente cancellate, mentre le altre sei sono slittate a data da destinarsi in attesa di capire l’evoluzione della pandemia. Ognuno di questi appuntamenti avrebbe versato in media nelle casse di Liberty Media ben 21.8 milioni di sterline, con alcune gare tipo Bahrain e Azerbaijan che avrebbero pagato il 33% in più. Una perdita dunque per la società che gestisce il circus di quasi 182 milioni di sterline, a cui vanno aggiunti 24 milioni di biglietti già acquistati a livello ‘corporate’ che andranno rimborsati. Oltre 200 milioni di perdite dunque per Liberty Media a causa del Coronavirus, una situazione tremenda che Carey e soci dovranno fare in modo di fronteggiare nel miglior modo possibile, per evitare una crisi senza precedenti.