Domenicali
Lars Baron/Getty Images

Mondiale fermo, ma discussioni aperte in Formula 1, dove i vertici del circus si interrogano per capire quando far iniziare la stagione, rivoluzionata dal Coronavirus.

vettel
Robert Cianflone/Getty Images

In attesa che i motori si accendano, Stefano Domenicali ha fatto il punto sulla situazione della Ferrari, soffermandosi principalmente su Sebastian Vettel, in scadenza di contratto con il Cavallino. Queste le parole dell’ad Lamborghini a Sky Sport: “detto che la cosa più importante è partire, Sebastian Vettel si starà preparando al massimo. La tensione emotiva ed energetica è difficile da controllare in questo stato di incertezza ma vorrà dimostrare che, dopo le critiche e stagioni un po’ difficili, è all’altezza del pedigree che ha. Del resto Binotto ha detto che stanno discutendo di rinnovo per cui anche lui dovrà giocarsi le sue carte“.

Handout/Getty Images

L’ex team principal della Ferrari poi ha elencato le tre delusioni della sua carriera in F1: “il finale del 2008, quando Felipe Massa in Brasile tagliò il traguardo da campione del mondo ma poi lo perdemmo. Fu un momento difficile. Il Mondiale però non lo abbiamo perso lì. Poi, il 2010 ad Abu Dhabi all’ultima gara, non eravamo super competitivi ma potevamo vincere. Infine nel 2012, in Brasile, dove successe di tutto ma perdemmo il titolo per un nonnulla“.