Coronavirus, il virologo Crisanti non ha dubbi: “dimentichiamoci le vacanze, pensiamo all’Italia”

Il direttore del laboratorio di Microbiologia del Policlinico di Padova ha annunciato come gli italiani dovranno dimenticarsi le vacanze

Arrivano giorno dopo giorno consigli contrastanti su come l’Italia dovrà comportarsi nei prossimi mesi, quando tutto il Paese dovrà convivere con il Coronavirus.

Coronavirus
Vittorio Zunino Celotto/getty images

Ovviamente ci vorrà molto prima di tornare alla normalità, ad ammetterlo ai microfoni del ‘Mattino’ ci ha pensato Andrea Crisanti, ordinario all’università di Padova e direttore del laboratorio di Microbiologia del Policlinico: “il virus sembra sensibile alle alte temperature, l’estate può essere l’occasione per recuperare tutto ciò che abbiamo perso. Dimentichiamo le vacanze, pensiamo all’Italia, a recuperare, e preoccupiamoci più che altro di ottobre e novembre: che non ricominci l’epidemia. Il turismo facciamolo fare agli stranieri, ammettendoli con i dovuti controlli e, perché no, prevedendo soggiorni per almeno 16 giorni. Niente viaggi brevi, così li teniamo anche di più nel Paese“.