Coronavirus, sfida Europa-Usa per il vaccino anti-Covid 19: le prime dosi attese per il mese di settembre

L'Università di Oxford è in netto vantaggio sulla concorrenza per quanto riguarda la sperimentazione del primo vaccino anti-Covid 19

La corsa al vaccino anti-Coronavirus è già partita, i colossi farmaceutici di Stati Uniti ed Europa si danno battaglia per reperire in anticipo quello che diventerà una vera e propria pepita d’oro nei prossimi mesi. In questa particolare sfida, pare che l’Università di Oxford sia in vantaggio sulla concorrenza nella sperimentazione del vaccino, sfruttando una piattaforma di test di lunga data e la presenza di 1000 volontari pronti a testarlo. L’uso del vaccino sulle scimmie ha lasciato un sorriso sul volto dei ricercatori, spingendo addirittura il Governo britannico a comprare milioni di dosi a scatola chiusa. Nel mese di settembre dovrebbero già essere pronti i primi campioni, che verranno però utilizzati solo per le emergenze e per il personale sanitario inglese. La somministrazione alla popolazione non avverrà prima di 10-16 mesi, ma potrebbe volerci anche di più.