Logo Tour de France
Foto Getty / Chris Graythen

I festival, ed in generale gli eventi che comportano grandi raduni di pubblico, non potranno essere programmati prima della metà del mese di luglio. La situazione nazionale sarà valutata nuovamente a metà maggio, quando aggiorneremo sulle prospettive di ripresa”. Con queste parole, contenute nel discorso pronunciato alla nazione nella serata di ieri, il presidente francese, Emmanuel Macron, ha vietato gli eventi pubblici fino a metà luglio a causa dell’emergenza Coronavirus.

Questo significa che anche gli eventi sportivi programmati fino a quel lasso di tempo non potranno disputarsi. Il Gp di Francia di Formula 1 è a forte rischio rinvio, così come il Tour de France. Gli organizzatori, secondo quanto riporta la ‘Rosea’, hanno già fatto sapere che sarà impossibile rispettare la data di partenza del 27 giugno. Non è ancora chiaro se la Grande Boucle verrà recuperata nei prossimi mesi o sarà cancellata definitivamente: la decisione sarà presa entro fine aprile. Partenza dal 25 luglio e conclusione il 16 agosto, o partenza l’1 agosto e conclusione il 23 agosto le possibili date prese in esame per una ricalendarizzazione dell’evento.