coronavirus
Carlos Alvarez/Getty Images

L’emergenza coronavirus costringerà la popolazione italiana ancora a restare chiusa in casa ancora a lungo. Il premier Conte ha prorogato le misure restrittive fino al 13 aprile, ma non è detto che dopo Pasquetta potrà iniziare già la fase due, ovvero la convivenza col virus.

Intanto, durante la quarantena forzata non mancano gli spunti per farsi quattro risate: da Buccinasco arriva un cartello affisso dal sindaco davvero esilarante. “Avviso ai cittadini. Quanto è vero iddio se quando finisce la pandemia non vi vedo correre vi prendo a calci in culo“, si  legge nell’avviso in città. A differenza delle ‘minacce’ di De Luca, però qui non si tratta di un cartello… reale: l’immagine è infatti un fake creato l’1 aprile, un vero e proprio pesce d’aprile.

sindaco buccinasco