Coronavirus donazioni Boixos
Credits: Instagram boixosnoisofficialsite

In Spagna diversi gruppi di tifo organizzato stanno dando una grossa mano agli ospedali attraverso donazioni di cibo che gli stessi ultras portano personalmente nelle strutture. A Barcellona però, la situazione è sfuggita di mano presso l’ospedale Vall d’Hebron. Le due anime principali del tifo catalano, i ‘Boixos Nois’ del Barcellona e la ‘Brigadas Blanquiazules’ dell’Espanyol non sono state capaci di cooperare serenamente.

Fra i due gruppi è scoppiato un acceso dibattito: secondo i tifosi dell’Espanyol, le donazioni effettuate dai tifosi del Barcellona non sarebbero realmente loro, in quanto la catena di supermercati ‘Condis’ appartenente alla famiglia del compianto ex presidente dell’Espanyol, Ramon Condal, avrebbe consegnato loro la merce poiché il proprietario è simpatizzante dei Boixos. Il solo merito dei tifosi blaugrana sarebbe stato quello di trasportare la merce in ospedale, senza spendere però un centesimo. A differenza di quanto fatto dall’Espanyol che ha comprato i viveri con una colletta alla quale hanno partecipato gli ultras in prima persona.

Accuse inaccettabili che hanno spinto due tifosi Boixos ad aggredire Fernando San Mames ‘Fredy’ capo ultras della Brigadas Blanquiazules. Il tutto mentre venivano distribuiti i viveri…