Coronavirus – Il racconto di Vlahovic: “andai all’ospedale con la febbre alta, ecco cosa accadde”

Dusan Vlahovic racconta i momenti in cui ha scoperto di avere il Coronavirus: l'attaccante della Fiorentina svela di non aver avuto paura nonostante la febbre alta

Avevo la febbre alta ed andai all’ospedale, facendo il tampone ho scoperto la mia positività al virus. Fortunatamente è andato tutto bene e non ho mai avuto paura, ho avuto la febbre solo per un giorno”. Dusan Vlahovic racconta così, ai microfoni di Sky Sport, la propria battaglia contro il Coronavirus. Sconfitta la malattia, il bomber è pronto a riabbracciare la sua Fiorentina, con la quale vuole giocare ancora per tanto tempo: “la Fiorentina è un club molto importante dove i calciatori crescono tanto e fanno bene. Qui è bello giocare, la città ed i tifosi sono meravigliosi. Voglio restare qui il più possibile, i miei pensieri sono solo per la Fiorentina. Sogno ogni giorno di poter diventare capocannoniere della Serie A, ma c’è tanto pane da mangiare ancora e molto lavoro da fare. Devo seguire la mia strada, essere concentrato nei momenti decisivi e segnare più gol possibili“.