Coronavirus, Ranieri sicuro: “troppi contagiati per ricominciare, c’è gente che ha bisogno dei tamponi più di noi”

L'allenatore della Sampdoria ha allontanato la ripresa del campionato di Serie A, sottolineando come l'emergenza sanitaria non si sia ancora attenuata

Claudio Ranieri allontana la ripresa della Serie A, l’allenatore della Sampdoria non ha intenzione di ricominciare a breve il campionato, a meno che la situazione sanitaria non migliori considerevolmente.

Sampdoria
Paolo Rattini/Getty Images

L’allenatore romano lo ha ammesso ai microfoni del Corriere della Sera: “ci sono ancora troppi morti e contagiati per ricominciare. Non vorrei che la fretta ci facesse commettere degli errori. In questo momento c’è gente che ha più bisogno di noi dei tamponi. La stagione va finita ma in modi e tempi e giusti, il calcio è uno sport di contatto e dovrebbe essere l’ultima disciplina a ricominciare. Dopo una sosta così lunga avremo bisogno di almeno sei settimane per assicurarci che tutto sia sotto controllo”.