LeBron James
Foto Getty / Katelyn Mulcahy

Ha lasciato da parte le sue dirette social per dedicare qualche minuto ad alcuni giornalisti, collegatisi con lui in video conferenza per una conferenza particolare.

Gallinari
Sean M. Haffey/Getty Images

LeBron James è tornato dunque a parlare in questo particolare momento storico, esprimendo il proprio punto di vista su quanto sta accadendo in NBA: “accettare uno stop definitivo della stagione sarebbe davvero dura, ma potrei ugualmente ritenermi soddisfatto di quello che questa squadra è stata capace di fare quest’anno, con un nuovo allenatore, un nuovo sistema, un nuovo coaching staff e tante facce nuove a roster. Pensavo ci avremmo messo più tempo a diventare squadra, e invece mi sbagliavo. Quello che siamo stati capaci di fare in così poco tempo è davvero speciale.

LeBron James
Foto Getty /Katelyn Mulcahy

James poi si è soffermato sulla possibilità di giocare a porte chiuse: “dovesse accadere, sappiamo che tutta la Lakers Nation ci seguirebbe comunque da casa, davanti alla tv, online, sui loro telefonini e sui loro tablet: sono certo che sentiremmo ugualmente tutta la loro passione e la lealtà con cui ci hanno seguito da inizio anno e starà a noi canalizzarla nella giusta maniera e portarla con noi anche se saremo in uno Staples Center deserto o in qualche altra arena d’America. Se la soluzione sarà giocare in una sola città, isolati da tutto e tutti — che sia Las Vegas o un altro posto, che ci permetta di restare al sicuro non solo in campo ma anche fuori dal campo — beh, allora discutiamone assieme e assieme troviamo il modo di farlo succedere“.