Attilio Fontana
Foto Getty / Robert Hradil

La situazione in Lombardia si avvia verso la risoluzione, la forza d’urto del Coronavirus comincia ad attenuarsi e il governatore Fontana esprime tutto il proprio ottimismo.

Coronavirus
Vittorio Zunino Celotto/getty images

Intervenuto a Centocittà su Radio 1, il presidente della Regione Lombardia ha ammesso: sono convinto, anche se i numeri sono ancora un po’ così, che presto inizierà la discesa verticale. Abbiamo fatto un periodo di discesa moderata, ma sono convinto che inizierà una discesa più intensa, più violenta e verticale e che si interromperà il contagio. La situazione è andata bene, la gente ha capito la necessità di rimanere a casa e che se tutti quanti facciamo questo sforzo molto probabilmente riusciremo a interrompere questo contagio. Il virus è stato particolarmente violento in Lombardia, perché molto probabilmente stava circolando nel nostro territorio già da parecchi giorni. Altrimenti non si spiegherebbe questa ondata di una violenza inaudita che non ha in alcun modo potuto essere controllata. Noi abbiamo seguito tutti i protocolli e abbiamo fatto le scelte in accordo con l’Iss, abbiamo dovuto ricorrere all’ospedalizzazione, perché da noi se la gente non veniva ospedalizzata non riusciva a sopravvivere. Vorrei capire quali sono le contestazioni sugli errori commessi“.