Coronavirus – NBA, a Toronto non si gioca fino all’estate: eventi pubblici sospesi fino al 30 giugno

La città di Toronto ha deciso di vietare gli eventi pubblici fino al 30 giugno: la decisione avrà un impatto importante sulle partite NBA dei Toronto Raptors

SportFair

L’emergenza Coronavirus fa paura anche in Canada e la città di Toronto decide di non sottovalutare il problema. La metropoli canadese ha deciso infatti di vietare gli eventi pubblici di ogni tipo fino al prossimo 30 giugno al fine di contenere l’epidemia. Una decisione importante, che avrà ripercussioni sulle partite NBA dei Toronto Raptors. Difficilmente infatti la franchigia disputerà partite casalinghe in città: più probabile che prenda piede l’ipotesi di una location neutra e protetta.