rudy gobert
Christian PetersenGetty Images

Il taglio degli stipendi degli sportivi al momento fermi ai box a causa del Coronavirus, è un argomento d’attualità in qualsiasi disciplina sportiva. Il mondo del calcio italiano ha intrapreso una lunga trattativa con l’Assocalcatori, nel frattempo oltre Oceano la NBA sta lavorando ad una maxi riduzione dei salari.

Da regolamento infatti è presente una clausola detta ‘di forza maggiore’ che prevede il taglio degli stipendi del 25% per i cestisti in casi appunto di interruzione del campionato, proprio come avvenuto in questo 2020. La NBA però vuole andare oltre e chiede un taglio del 50% ai propri dipendenti, un’opzione sinora bocciata dal sindacato dei giocatori che si è assestato anch’esso attorno al 25% di decurtazione. Insomma, anche negli USA non c’è accordo tra quanto vorrebbe la Lega e ciò che desiderano i giocatori, nelle prossime ore la querelle andrà certamente avanti.