LeBron James e Anthony Davis
Foto Getty / Steve Dykes

L’emergenza Coronavirus ha avuto una forte incidenza negativa sul mondo dello sport. Diverse società, a causa del blocco delle manifestazioni sportive e della relativa mancanza degli introiti da essere derivati, si sono ritrovate a far fronte ad una forte emergenza economica. L’NBA non fa eccezione. Secondo Dave McMenamin di ESPN, i Los Angeles Lakers starebbero pensando ad un taglio degli stipendi dei giocatori in squadra, circa il 20%. I soldi risparmiati andrebbero a coprire i salari dei dipendenti in difficoltà che rischiano il posto di lavoro.