Coronavirus – Formula 1, la speranza di Sticchi Damiani: “Gp Monza a porte aperte? Difficile ma…”

Sticchi Damiani parla della possibilità di disputare il Gp di Mona di F1 a porte aperte: c'è una flebile speranza, ma in caso contrario, le perdite senza pubblico sarebbero enormi

Il 6 settembre il GP Italia con il pubblico? È difficile adesso fare previsioni, vorremmo aspettare ancora qualche settimana prima di decidere, dobbiamo capire o intuire quale sarà la situazione in quel weekend di settembre. Naturalmente ci prepariamo a tutte le possibilità ovviamente rinegoziando il rapporto con Liberty Media”. Si è espresso così Angelo Sticchi Damiani, presidente ACI, ai microfoni de ‘La Politica nel Pallone’ su Gr Parlamento, in merito alla possibilità di vedere il Gp di Monza di F1 a porte aperte. “L’anno scorso abbiamo avuto un po’ meno di 200.000 persone nel weekend e un po’ meno di 100.000 la domenica, numeri eccezionali. In Europa superati solo da Silverstone. Siamo cresciuti molto in questi ultimi anni e quest’anno siamo con un +20-25% di vendite rispetto all’anno scorso, noi ancora speriamo in un miracolo. Stima delle perdite? Senza pubblico sarebbero importanti, ma vorrei evitare perché spero dal fondo del mio cuore che non succeda”, ha concluso Sticchi Damiani.