Coronavirus – Fienga non ha dubbi: “la Roma vuole che il campionato riparta. Il calcio farà rinascere l’Italia”

Guido Fengia chiarisce la posizione della Roma in merito alla ripresa della Serie A: la società giallorossa è favorevole al ritorno in campo e giudica il calcio il volano per far rinascere l'Italia

La Roma vuole che la stagione si concluda“. È questa la posizione della Roma in merito alle sorti del campionato di Serie A, espressa ai microfoni di Sky Sport dall’amministratore delegato Guido Fienga. Il dirigente giallorosso ha spiegato: “vogliamo terminare questo percorso. Noi siamo stati sensibili fin dall’inizio nel mettere l’esigenza della tutela dei nostri giocatori e dei tifosi davanti a tutto. Ricordo le vicende prima della partita col Siviglia, ad esempio. Ma certamente, come per tutte le attività industriali, l‘ambizione è quella di tornare a una nuova normalità, cioè quella di prima in convivenza però col Coronavirus. Io sono convinto del ruolo importante che può avere il calcio per la ripresa di questa normalità. Per tutte le attività produttive e tutti i cittadini riprendere significherebbe avere accesso facilitato e a basso costo a sistemi di diagnosi veloce e sicura. Fino al vaccino, sarà l’unico modo per ricominciare e minimizzare i rischi.

Dalla assemblea di Lega è emersa e una unità di visione per quanto riguarda la ripresa degli allenamenti. Spesso si dà un’immagine di contrasto e invece è un malintendere, un confronto fra club. Il confronto c’è stato, ma la posizione è compatta: si lavora per risolvere i problemi e non strumentalizzarli. Vogliamo esser pronti per quando si potrà ripartire e mettere a disposizione della cittadinanza tutto il nostro patrimonio di conoscenze che poi potrà utilizzare chiunque. Dalla riunione di domani col Governo, invece, mi aspetto un confronto costruttivo non solo sulla data di ripartenza, ma anche su quello che si potrà fare insieme. Sono convinto che il calcio potrà dare un contributo formidabile alla rinascita“.