Coronavirus – La Ferrari riduce lo stipendio dei top manager per finanziare diverse iniziative solidali

La Ferrari ha comunicato la riduzione del 25% dello stipendio dei top manager: con i soldi risparmiati, l'azienda sosterrà diverse iniziative solidali per la lotta al Coronavirus

La Ferrari ha deciso di ridurre del 25% gli stipendi dei propri top manager, al fine di ottenere una cospicua somma di denaro utile a sostenere alcune iniziative solidali sul territorio emiliano. L’azienda di Maranello acquisterà test e attrezzature per la diagnosi del Covid-19 destinati al Policlinico di Modena, agli ospedali di Baggiovara e di Sassuolo; fornirà un’auto medica all’Azienda USL di Modena; consegnerà materiale informatico (tablet, notebook ecc.) alle scuole per permettere ai ragazzi di seguire le lezioni da casa; provvederà all’acquisto e alla distribuzione di generi alimentari per i più bisognosi.

Nel comunicato emesso dalla Ferrari si legge: “ulteriori iniziative per il territorio saranno confermate nelle prossime settimane. Il valore complessivo di questi interventi si avvicina ai 2 milioni di Euro, cui contribuiscono il Presidente, l’Amministratore Delegato e i membri del CdA con la rinuncia ai propri compensi per il resto dell’anno, e il Senior Management Team che ha destinato a questa causa il 25% della propria retribuzione per il medesimo periodo. Anche in questo modo Ferrari desidera esprimere concretamente la propria vicinanza e solidarietà in una fase di difficoltà e incertezza per il territorio e per il Paese“.