Coronavirus, la conferenza stampa del premier Conte: tutto il programma dettagliato della ‘Fase 2’

Il Presidente del Consiglio ha presentato in conferenza la nuova 'Fase 2', che comincerà il prossimo 4 maggio in tutte le regioni d'Italia

Nuova conferenza stampa del premier Giuseppe Conte, tornato questa sera a parlare agli italiani per illustrare la cosiddetta ‘Fase 2′ dell’emergenza Coronavirus, che scatterà dal prossimo 4 maggio. Termina dopo quasi due mesi il lockdown, allentamento delle misure restrittive ma nessun ‘libera tutti’ da parte del Governo, che ha definito in maniera analitica la ripresa graduale: sia sotto il punto di vista economico, che sociale e lavorativo.

giuseppe conte
Chris J Ratcliffe/Getty Images

Queste le parole del Presidente del Consiglio in diretta: “inizia per tutti la fase di convivenza con il virus, dobbiamo essere consapevoli che la curva potrà risalire in alcune aree del Paese. Questo rischio c’è e dobbiamo assumerlo, nella Fase 2 sarà importante mantenere le distanze di sicurezza. Non bisogna mai avvicinarsi agli altri, mantenendo la distanza di un metro. Se non rispettiamo le precauzioni, la curva risalirà e andrà fuori controllo. Saremo pronti come Governo a intervenire in modo tempestivo se l’aumento diventerà critico“.

Giuseppe Conte
Foto Getty / Vittorio Zunino Celotto

Il premier poi ha proseguito: “possiamo scacciare via rabbia e risentimento, pensando a cosa ciascuno possa fare per risollevare la comunità. Dipende da noi, tutti nelle prossime settimane dobbiamo gettare le basi per la ripartenza del Paese, rimboccandoci le maniche. Il Governo farà la sua parte, deve essere questa l’occasione per cambiare tutte quelle cose che non vanno. L’Esecutivo non si tirerà indietro, ci batteremo in Italia e in Europa. Il piano della Fase 2 parte dal 4 maggio, dovrà essere maturato per essere messo a frutto nel migliore dei modi“.

Coronavirus
Vittorio Zunino Celotto/getty images

Così si svolgerà la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus: “il prezzo di mercato delle mascherine verrà calmierato, ci sarà un prezzo giusto per remunerare le imprese che lavorano in questo settore. Ci sarà forte impegno nell’eliminare l’iva, così non ci sarà da pagare. Il prezzo dovrà essere per 0,50 centesimi per le mascherine chirurgiche. Fino al 18 maggio rimarranno gli spostamenti all’interno della regione per comprovate esigenze lavorative, per motivi di spesa e di salute. Ci si potrà spostare inoltre per andare a trovare i parenti, ma saranno vietati gli assembramenti. E’ vietato spostarsi tra regioni, è consentito solo un trasferimento per esigenze lavorative, per assoluta urgenza o motivi di salute. I divieti di assembramento rimarranno in luoghi pubblici e privati. Consentiamo l’accesso a parchi, giardini e ville pubblici ma solo se verranno rispettate le distanze sociali. Per quanto riguarda le cerimonie funebri, saranno consentite con l’esclusiva presenza di congiunti fino ad un massimo di 15 persone nel rispetto delle misure di distanziamento sociale. Dal 4 maggio verrà consentita anche attività da asporto, si dovranno rispettare le distanze e il cibo si consumerà a casa, non davanti ai posti di ristoro”.

Coronavirus
Getty Images

Per quanto riguarda l’attività motoria, il premier ha ammesso: “ci si potrà allontanare anche dall’abitazione rispettando le distanze di due metri dalle altre persone. Per consentire la ripresa delle attività sportive, saranno consentite dal 4 maggio le sessioni degli atleti professionisti e non professionisti, ma saranno consentiti nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza assembramento e a porte chiuse“.