Coronavirus – Club di Serie A ‘traditi’ dal governo: 14 giugno ultima data utile per la ripartenza del campionato

Il club di Serie A sarebbero delusi dal nuovo Dpcm e dalle dichiarazioni del ministro Spadafora: sarebbe stato disatteso l'accordo sulla data della ripartenza del campionato

Nel nuovo Dpcm varato dal governo in merito alla famosa ‘fase 2′ dell’emergenza Coronavirus, non c’è traccia della data in cui ripartirà il campionato di Serie A. Tale aspetto ha deluso i club di Serie A che, secondo quanto riporta la ‘Rosea’, avevano trovato l’accordo con il governo per fissare una data utile per tornare in campo. Attualmente, la Lega Serie A considera il 14 giugno come l’ultima data possibile in cui far ripartire la Serie A, visto che i club richiedono almeno 4 settimane per un’adeguata preprazione dei calciatori. Ci sarebbe anche il forte timore che non arrivi l’ultima rata delle pay-tv prevista per il primo maggio. In quel caso, secondo fonti della Lega, verrà dato mandato ai legali di recuperare le somme