Yao Ming
Foto Getty / Srdjan Stevanovic

A causa delle misure di isolamento applicate per contenere il Coronavirus, in Cina c’è carenza di donatori di sangue. A Pechino, è intervenuto personalmente Yao Ming a cercare di migliorare la situazione offrendosi come donatore insieme ad altri 11 membri della CBA (Chinese Basketball Association) della quale l’ex Rockets è presidente. Secondo Capitl Health, profilo Weibo ufficiale della Commissione Sanitaria municipale di Pechino, sono stati raccolti 2400 millilitri di sangue, 400 dei quali appartengono esclusivamente a Yao Ming.