Coronavirus, il chiarimento del Governo: “chi abita in prossimità di mare o laghi può fare il bagno”

Il Governo ha fatto chiarezza sulla possibilità di fare il bagno per i cittadini che abitano vicino a mari, fiumi o laghi

In attesa che venga reso noto il nuovo decreto che avrà validità a partire dal prossimo 4 maggio, il Governo è intervenuto per fare chiarezza su alcuni punti che riguardano le normative precedentemente pubblicate.

coronavirus
Michael Heiman/Getty Images

In un aggiornamento della sezione dedicata alle domande più frequenti sul decreto #iorestoacasa, si è fatta chiarezza sulla possibilità di fare il bagno per i cittadini che abitano in prossimità del mare: “è sempre possibile svolgere l’attività motoria in prossimità della propria abitazione principale, o comunque di quella in cui si dimora dal 22 marzo 2020. E’ ammesso, per coloro che abitano in luoghi montani, collinari, lacustri, fluviali o marini – effettuare tale attività in detti luoghi (ivi compreso fare il bagno al mare/fiume/lago) purché individualmente e comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona. E sempre che non si tratti di soggetto per il quale è fatto divieto assoluto di mobilità in quanto sottoposto alla misura della quarantena o risulti positivo al virus“.