Ciclismo, Elia Viviani applaude l’idea del Giro d’Italia a ottobre: “sarebbe meglio per molti fattori”

Il corridore italiano ha parlato del rinvio di Giro d'Italia e Olimpiadi, esprimendo il proprio parere favorevole per queste decisioni

Il periodo di incertezza dettato dall’arrivo del Coronavirus in Italia e nel mondo non è ancora terminato, per evitare dunque problemi dell’ultima ora molti appuntamenti sono stati rinviati, compreso il Giro d’Italia.

Trofeo Giro d'Italia
Foto Getty / Bryn Lennon

Una decisione accolta con favore da Elia Viviani, intervenuto ai microfoni dell’ANSA: “penso che sia una cosa giusta correre il Giro d’Italia a ottobre, non è un mese dove in Italia rischiamo con il meteo. Anzi, probabilmente per le grandi montagne, arrivando dall’estate, non ci sarebbe nemmeno il problema di maggio della neve. La vedo un’ottima opzione e mi auguro che questo si avveri, perché può essere bello per tutti gli italiani anche come mezzo di ripartenza, come mezzo di rilancio di un paese che ha avuto un momento difficile”.

Olimpiadi
Tomohiro Ohsumi – foto Getty

Sulle Olimpiadi rinviate al 2021: “la situazione si stava mettendo male, ci stavamo avvicinando a qualche mese dal grande appuntamento e la situazione era veramente di grande incertezza. Diciamo che sono felice che sia tra un anno perché è giusto arrivare a difendere il mio oro olimpico con la miglior preparazione senza nessun punto di domanda per come magari l’atleta è arrivato all’Olimpiade. Decisione giusta e sono felice che saranno tra un anno, anche se avrò un anno in più”.