ciclismo
Michael Bradley/Getty Images

Non è ancora terminata la lunga battaglia contro il coronavirus: questo terribile nemico invisibile ha paralizzato il mondo intero, con importanti conseguenze anche sul mondo dello sport.

Tutto fermo, anche il ciclismo, con i corridori che hanno però avuto la fortuna di vivere qualche emozione in gara con le prime sfide dell’anno, fino al 14 marzo, giorno nel quale si è chiusa, con un giorno d’anticipo, la Parigi-Nizza. L’UCI sta lavorando sodo per stilare un nuovo calendario e capire quando alcune delle corse più importanti potranno essere recuperate.

Impossibile fissare nuove date, ma quel che sembra certo è che l’attività sarà ferma fino al 31 maggio e che la stagione potrebbe proseguire fino a novembre.