Zlatan Ibrahimovic
Foto Getty / Emilio Andreoli

Lo stop alla Serie A imposto dal Coronavirus ha concesso a tutti del tempo in cui riflettere. Zlatan Ibrahimovic, tornato in Svezia, valuta attentamente il suo futuro. L’attaccante di Malmoe si è dimostrato decisivo come sempre, nonostante i 38 anni, trascinando il Milan nel buio dell’ennesima stagione sottotono e fugando ogni dubbio sulla sua condizione fisica. Basterebbe questo per parlare di un rinnovo che, fino a qualche settimana prima dello stop, sembrava una formalità. Adesso però la situazione è cambiata.

Secondo la ‘Rosea’, il caos societario dovuto all’addio di Boban e a quello possibile di Maldini, in pieno contrasto con le idee del Milan del futuro firmato Gazidis, non garantirebbero il rinnovo di Ibrahimovic. Del resto, Ibra compirà presto 39 anni e se è vero che il Milan sceglierà la strada ‘green’ voluta da Gazidis ed Elliott, difficilmente Zlatan potrà rinnovare, specialmente senza il duo Boban-Maldini, gli artefici del suo ritorno in rossonero e suoi principali estimatori. Il ritiro dunque è sempre più vicino.