Bobo Vieri-Valentino Rossi, la diretta Instagram è super: “sei come Messi e Federer”

Bobo Vieri e Valentino Rossi protagonisti di una diretta Instagram ricca di contenuti sportivi e non solo, culminata con un invito a Tavullia

SportFair

Bobo Vieri e Valentino Rossi hanno dato vita nella serata di ieri ad una diretta Instagram davvero molto carina. I due hanno intrattenuto i propri fans a suon di battute, ma anche con argomenti seri legati al mondo dello sport, partendo proprio dall’inizio della diretta, quando Bobo presenta il suo ospite virtuale: “il più grande della storia”, delle due ruote ovviamente.

vieri costanza caracciolo pancione
Instagram @costy_caracciolo

Valentino ha iniziato parlando della sua quarantena: “E’ un piacere vederti. Sono a Tavullia, a casa mia, da quando è iniziato tutto. Dovevamo andare a correre in Qatar e invece 5-6 gironi prima ci hanno detto che la gara non ci sarebbe stata“. Vieri ha subito incalzato con una domanda un po’ comoda, che ha fatto arrossire il pilota: “Tu sei stato il più grande della storia in uno sport, come Messi, come Federer. Non c’è nessuno più forte di te, sei stato il re dei re per più di vent’anni. Come ci si sente?“. Rossi ha provato a fare il modesto, ma sa bene d’essere in quel novero di fenomeni: “Non so se sono stato il più grande della storia, diciamo uno dei più bravi. Ma dà gusto, tu lo sai come ci si sente“.

Bobo ha trovato anche il modo di fare il tenerone, vesti nelle quali non è usuale vederlo, lo ha fatto parlando delle sue due figlie: “loro sono la cosa più bella che ho fatto al mondo. Sai Vale, fin quando non ne hai uno non te ne rendi conto. La prima volta che la tieni tra le braccia, in sala parto, è una cosa incredibile. Vai fuori di testa”. Sul futuro invece Vale ancora misterioso: “Quanto pensi di correre ancora, due o tre anni?“, la domanda lecita di Vieri. “Alla fine di quest’anno scadrà il mio contratto, quindi dovrò decidere se continuare o meno“. Questa la risposta di Vale, il quale ha chiuso poi invitando Bobo a Tavullia per una sessione di motocross quando la pandemia sarà solo un lontano ricordo.