Rakitic
Alex Caparros/Getty Images

Il suo contratto scadrà nel giugno del 2021, per questo motivo Ivan Rakitic si sta già guardando in giro considerando la scarsa considerazione mostrata nei suoi confronti dal Barcellona nell’ultimo periodo.

Rakitic
Alex Caparros/Getty Images

Il croato ha parlato ai microfoni del Mundo Deportivo del proprio futuro, mettendo in chiaro alcune cose: “sono due anni che si parla di me sul mercato. Il Barcellona è il posto perfetto, anche se ho avuto una prima parte di stagione molto strana, nella quale sono accadute cose che ho accettato ma non ho capito. Sono stato messo in panchina perchè ho detto no a una cessione? Può essere di sì, come può essere di no, io sono sempre andato dritto per la mia strada. Spero di poter concludere questo anno di contratto a Barcellona, se non potrà essere così ne parleremo, ma non sono un sacco di patate con cui fare qualcosa. Voglio stare in un posto dove mi possa sentire amato e dove possa stare bene con la mia famiglia. Se sarà qui al Barcellona sarò felice, altrimenti deciderò io dove“.

Sul possibile passaggio al Siviglia: “ho un affetto speciale per quella città, la mia famiglia vive lì. Ho sempre detto che per me sarebbe un grande sogno vestire di nuovo quella maglia, ma non dipende solo da me. Al momento nessuno mi ha ancora chiamato, in realtà Monchi non l’ha fatto neanche per il mio compleanno“.