djokovic
Tom Dulat/Getty Images

ATP e WTA speravano che quella di congelare le classifiche sarebbe stata solo una soluzione momentanea, dovuta all’annullamento della stagione sul cemento americano che prevedeva ad esempio i tornei di Miami ed Indian Wells. Tale condizione però è stata necessariamente prolungata dopo che lo stop dei tornei è stato allungato sino all’estate, con il ben noto annullamento anche di Wimbledon. Classifiche dunque intatte anche in questa fase, com’è giusto che sia d’altra parte. Va detto anche che ai fini dei record questo periodo non varrà, come ad esempio il conteggio delle settimane da numero 1 al mondo di Novak Djokovic, dato falsato dal fatto che non si sta giocando in questa fase.