Gomez
Marco Luzzani/Getty Images

La favola Atalanta spiegata dal Papu Gomez, capitano e protagonista dei nerazzurri, riusciti quest’anno a staccare il pass per i quarti di finale di Champions League.

Gomez
Marco Luzzani/Getty Images

Segreti e retroscena che il numero 10 argentino ha rivelato a Bobo Vieri, nel corso di una lunga diretta Instagram piena di spunti interessanti: “abbiamo dei compagni che si fanno un culo così per noi, che corrono il triplo come De Roon e Freuler. Per una provinciale come l’Atalanta avere un attacco così con tre nomi importanti, senza dimenticarci di Muriel che ha fatto 14 gol partendo spesso dalla panchina, è pazzesco se si pensa che non c’è il budget delle big. Ogni anno comunque si vendono 2-3 titolari ma tiriamo fuori sempre qualcosa di buono. Sono andati via Cristante, Mancini, Conti, Spinazzola, Petagna ma continuiamo a far bene anche se per bilancio bisogna vendere“.

Gomez e Ilicic
Emilio Andreoli/Getty Images

Gomez ha poi rivelato: “quando giochiamo con quelli della Primavera a un certo punto dobbiamo tirare delle stecche sennò non riusciamo a fermarli. C’è Traoré che a volte sembra Messi, i nostri difensori non li prendono. E c’è sempre un talento nuovo. Gasperini? Io non mi godo niente durante la settimana. Il giorno della partita è il mio giorno di riposo. Ilicic si lamenta di tutto, ma lui è così, a volte scherza. Ha un fisico strano, gli fa male spesso la schiena e deve fare attenzione ai lavori che fa in settimana. È impressionante però, l’anno scorso era Zapata a segnare tanto, ma quest’anno è incredibile. La fisicità di Duvan? Dico solo che i pantaloncini sembrano delle mutande addosso a lui. A volte in partitella non mi voglio nemmeno avvicinare, non ci vuole niente a farsi male. Quando sta bene è un treno, butta la palla avanti e non si prende“.