Vinales
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Niente azione in pista per i piloti della MotoGp a causa dell’emergenza coronavirus. I campioni però continuano ad allenarsi a casa, con i mezzi che hanno a disposizione, sperando di potersi sfidare presto sui circuiti di tutto il mondo.

Vinales
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Non mancano le occasioni per parlare con i fan tramite i social e per rispondere alle domande dei giornalisti. Maverick Vinales ha raccontato oggi a Dazn le sue sensazioni in Yamaha dopo alcuni cambiamenti: “mi sento abbastanza a mio agio con Yamaha perché posso lottare per il titolo. L’arrivo di Sumi ha cambiato la mentalità di tutti i lavoratori. Yamaha ha reagito bene. Mi sveglio ogni giorno pensando di essere campione del mondo, il mio scopo è quello. Sono molto soddisfatto di ciò che mi ha trasmesso per quest’anno. Felice di essere in prima linea. La moto ha guadagnato molto e questo si nota. Nella pre-stagione ho cercato di avvicinarmi a Ducati e Honda. Quest’anno abbiamo un nuovo dispositivo holeshot che ha funzionato bene da quando l’abbiamo testato per prima volta. Il punto di forza della Yamaha è il passo gara. Ogni volta che ho spinto, ha risposto bene e questo mi lascia calmo. Voglio andare forte dalla prima gara perché all’inizio devi correre dei rischi”.

Vinales
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Lo spagnolo del team di Iwata, col quale ha rinnovato per i prossimi due anni, ha poi aperto una parentesi su Lorenzo, nuovo collaudatore della squadra: “Jorge può aiutarci soprattutto a provare cose nuove in un weekend di gara. Una gara può farla se vede davvero se può andar bene o no. Deve avere la certezza al 100%. Yamaha deve cercare di non darci parti durante il fine settimana perché altrimenti è complicato”.