WWE Elimination Chamber (1)

Spettacolo ed emozioni al Wells Fargo Center di Philadelphia per Elimination Chamber 2020, ultimo PPV della stagione di WWE in attesa di WrestleMania 36. L’evento deve la sua denominazione alla gabbia metallica di 16 tonnellate che farà da scenario a due importanti incontri: il primo assegnerà i titoli di coppia di SmackDown, l’altro determinerà l’avversaria di Becky Lynch nello Showcase of the Immortals.

Kickoff

Si comincia con la sfida in programma nel pre-show, che mette di fronte i Vikings Raiders e la coppia formata da Zack Ryder e Curt Hawkins. Pronostici rispettati con il successo di Erick e Ivar che, pur senza dominare, si impongono grazie alla Viking Experience.

Daniel Bryan vs Drew Gulak

Nemmeno il tempo di gustarsi il pre-show, che ecco salire sul ring Drew Gulak e Daniel Bryan, capaci di dar vita ad un match ricco di emozioni e colpi di scena. E’ Bryan alla fine ad esultare, connettendo la sua Yes Lock che non lascia scampo al proprio avversario, complimentandosi comunque con lui per l’ottima performance.

Andrade (c) vs Humberto Carrillo

Con il passare dei minuti si comincia a fare sul serio, ecco il momento infatti dello United States Championship Match, che mette di fronte Andrade Humberto Carrillo. Il titolo resta in mano al campione in carica grazie ad uno scambio di rollup, con l’ex NXT Champion abile a trarre vantaggio aggrappandosi al costume dell’avversario.

John Morrison e The Miz (c) vs Dolph Ziggler e Robert Roode vs Heavy Machinery vs Lucha House Party vs The New Day vs The Usos

WWE Elimination Chamber
David Gunn

Gustato il corposo antipasto, ecco finalmente accendersi i riflettori sullo SmackDown Tag Team Championship Elimination Chamber Match, uno dei due eventi più attesi della serata. Si comincia con la presenza di due coppie sul ring: New Day e The Usos, con le altre quattro coppie rinchiuse nelle celle di plexiglass agli angoli in attesa di fare il proprio ingresso in gara. Certi di entrare per ultimi sono Dolph Ziggler e Robert Roode, abili ad ottenere questo privilegio vincendo il gauntlet match nell’ultima puntata di SmackDown. Dopo le prime schermaglie sul ring, tocca ai Lucha House Party aggiungersi alle prime coppie sul quadrato, seguiti dai campioni in carica, The Miz e John Morrison. Il quinto tag team è quello degli Heavy Machinery, che aumentano il numero di contendenti in gara. Il primo colpo di scena lo regala Lince Dorado, che si lancia dalla vetta della gabbia senza però ottenere il proprio scopo, anzi pochi istanti dopo Gran Metalik viene eliminato dagli Heavy Machinery. A questo punto tocca a Dolph Ziggler e Robert Roode, presi subito di mira da Otis che ha qualcosa in sospeso con Dolph Ziggler. Nel tentativo di colpirlo però, Otis sfonda una cella e va fuori dalla gabbia, lasciando solo Tucker, eliminato poco dopo dagli stessi Ziggler e Rode. Questi ultimi fanno la stessa fine qualche istante più tardi, a causa di un doppio Splash dalla cima delle celle degli Usos, aiutati anche dal New Day. Queste due coppie decidono di coalizzarsi contro i campioni in carica, ma è una situazione che dura poco, visto che John Morrison e The Miz shienano Kofi Kingston ed eliminano il New Day. Sul ring rimangono solo loro e The Usos, che nulla possono al cospetto di The Miz e John Morrison, che si confermano così vincitori prendendosi l’Elimination Chamber Match.

AJ Styles vs Aleister Black

Poco dopo è il momento del ‘No Disqualification Match’, che vede opposti Aleister Black ed AJ Styles, con la presenza a bordo ring di Gallows e Anderson. Dopo una prima fase durissima di scontro, i due scagnozzi entrano e danno vita a un tre contro uno. Un pestaggio vero e proprio che termina al… suono delle campane, quando arriva ‘The Undertaker‘ che risolve la situazione, tenendo per il collo The O.C. e rifilando una Chokeslam ad AJ Styles. Un intervento risolutore, che permette ad Aleister Black di schienare con una Black Mass il proprio avversario, prendendosi la vittoria.

The Street Profits (c) vs Seth Rollins e Murphy

Il Raw Tag Team Championship Match non delude le attese, considerando la presenza a bordo ring degli Authors of Pain che accompagna la sfida sul ring. Quest’ultimi non stanno a guardare e intervengono nei momenti di distrazione dell’arbitro, spingendo i Viking Raiders a entrare in scena, dando inizio ad una furiosa rissa a bordo quadrato che evita interferenze sul ring. La situazione cambia quando dal pubblico arriva Kevin Owens con una busta di popcorn, alcuni dei quali finiscono in faccia a The Architect. Gli Street Profits ringraziano, andando a chiudere su Murphy e restando campioni di coppia di Raw. Infine c’è tempo anche per una Stunner su Seth Rollins del solito Owens, che si avvia successivamente negli spogliatoi rovesciando addosso a Murphy altri popcorn.

WWE Elimination Chamber (2)Braun Strowman vs Cesaro, Shinsuke Nakamura e Sami Zayn

Nell’Intercontinental Championship Handicap Match, niente da fare per Braun Strowman, schienato a sorpresa da Sami Zayn. Primo titolo nei main roster WWE per il canadese, riuscito fin qui a conquistare solo l’NXT Championship.

Asuka vs Sarah Logan vs Liv Morgan vs Ruby Riott vs Natalya vs Shayna Baszler

WWE Elimination Chamber (3)
richfreeda

L’ultima sfida della serata mette in palio un posto nello Showcase of the Immortals per affrontare la campionessa dello show blu, Becky Lynch. Si comincia con il duello tra Ruby Riott e Natalya, con le altre quattro rinchiuse nelle gabbie di plexiglass. La prima tra queste ad entrare è Sarah Logan che, dopo aver attaccato The Queen of Hearts, dà il via ad uno scontro con l’ex compagna di squadra. Pochi istanti più tardi ecco l’ingresso di Shayna Baszler, che fa subito fuori Sarah Logan e Ruby Riott, sottomettendole in rapida successione. Stesso destino anche per Natalya, terza vittima dell’ex campionessa di NXT. L’avversaria successiva è Liv Morgan, la quale però dura poco sul ring, visto che Shayna Baszler la colpisce ripetutamente con violenza eliminandola e facendole perdere anche i sensi. L’ultima avversaria è Asuka, capace di tenere botta nei primi minuti dell’incontro, salvo poi finire al tappeto in seguito ad una tremenda Kirifuda Clutch. Un vero e proprio trionfo quello di Shayna Baszler che si prende così la title shot per WrestleMania 36.