Bach
Matthias Hangst/Getty Images

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state rinviate a causa dell’emergenza Coronavirus, che ha spinto il CIO e il Giappone a far slittare i Giochi per evitare la diffusione del contagio.

Coronavirus Tokyo 2020
Tomohiro Ohsumi/Getty Images

Sulla questione si è soffermato oggi Thomas Bach, numero uno del Comitato Olimpico Internazione, intervenuto in una conference-call straordinaria: “abbiamo pensato soprattutto alla salute degli atleti, ma anche degli altri soggetti coinvolti nella manifestazione, facendo in modo di salvaguardarla. Cercheremo di organizzare le Olimpiadi nel periodo estivo del 2021. Serviranno sacrifici compromessi da parte di tutte le parti. Esiste una task-force da metà febbraio, noi seguiamo le informazioni periodiche fornite da questo gruppo di lavoro che comprende il Cio, il Comitato organizzatore dei Giochi, gli amministratori di Tokyo, il Governo giapponese e in particolare l’Organizzazione mondiale della sanità. Restiamo molto fiduciosi sul successo di questi Giochi Olimpici di Tokyo 2020“.

Tokyo 2020
Atsushi Tomura/Getty Images

Bach poi ha proseguito: “è stato decisivo il diffondersi del virus in ogni parte del mondo, compresa l’Africa e le isole dell’Oceania. Siamo pronti a discutere diversi scenari futuri e ci impegneremo per individuare quelli ideali. Le conseguenze finanziarie non sono una priorità, il parere dell’OMS é stato determinante nella scelta. Vorrei inviare un segnale d’incoraggiamento a tutti gli atleti in modo che continuino a prepararsi per le Olimpiadi di Tokyo 2020 con grande fiducia e impegno. Da parte nostra continueremo a supportarli e così faremo con i rispettivi Comitati olimpici nazionali. Invieremo anche aggiornamenti dal sito online, in modo che tutte le informazioni necessarie siano alla portata di tutti“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE